VIVERE IL TEATRO A MILANO: Il seminario di Stefano de Luca e l’associazione Cicale dell’Arconte

In un momento poco felice per il panorama teatrale milanese, segnato dalla chiusura del Teatro Libero, ecco alcuni suggerimenti per chi desidera vivere in maniera diretta e partecipativa la realtà teatrale meneghina.

Il 10 novembre avrà inizio a Milano il nuovo laboratorio condotto da Stefano de Luca.
Probabilmente, se non siete iscritti alla facoltà di scienze dello spettacolo o se non siete assidui frequentatori del Piccolo Teatro, questo nome vi dirà poco. In tal caso, eccovi alcuni ragguagli. Steafano de Luca è uno tra i registi teatrali più attivi a Milano. Si diploma nel ’90 alla Scuola del Piccolo Teatro di Milano, diretta da Giorgio Strehler (personalità mitica nel panorama teatrale italiano, che insieme a Luchino Visconti ha legittimato la regia come forma d’arte).
Nel ’95 frequenta il primo corso per assistenti alla regia di Strehler; seguono seminari con Peter Brook, Ian Mc Kellen, Carolyn Carlson al Piccolo Teatro, Cecily Berry alla Royal Shakespeare Company. Non contento, decide di frequentare anche la scuola di Lev Dodin al Maly Teatr di San Pietroburgo, per un corso di perfezionamento. In seguito lavora come assistente alla regia di Giorgio Strehler, dal 1995 al 1997 e, dopo la morte del grande Maestro, di Lamberto Pugelli, Carlo Battistoni, Ferruccio Soleri e Guido Ceronetti.
Ha insegnato all’Accademy of Film and Drama di Budapest, all’Accademia alla Scala di Milano, alla Escuela superior de Arte Dramatica di Valencia, all’UCLA di Los Angeles, alla Shangai Theatre Academy.
Ora che Stefano de Luca vi è più noto, e se coltivate ambizioni artistiche e teatrali o fra di voi c’è un aspirante attore o regista, meglio se motivato da forte passione e con qualche esperienza di palcoscenico alle spalle, vi potrà far piacere sapere che parte a novembre un nuovo seminario tenuto dal regista ed organizzato dall’associazione culturale no-profit Le Cicale dell’Arconte. Il laboratorio si compone di trenta ore complessive di lavoro. Si aggiungono quindici ore di dimostrazioni aperte del lavoro con la compagnia Lupus/Agnus sullo spettacolo Verginella, durante le giornate del seminario.

L’associazione le Cicale dell’Arconte nasce con lo scopo di creare nella città di Milano un nuovo punto di incontro per la diffusione e la condivisione della cultura teatrale e delle arti visive. E’ composta da un gruppo di lavoro di giovani con competenze diversificate, accomunati dall’esigenza di mettere a confronto l’esperienza di Maestri internazionali, con quella di realtà professionali presenti sul territorio ed ha come primo interesse la creazione di un laboratorio permanente dove ci si interroghi sul processo creativo. Un progetto che sta particolarmente a cuore all’associazione è la volontà di creare una realtà economicamente accessibile. La città di Milano offre infatti molte possibilità culturali e numerose occasioni per la fruizione dell’arte e del teatro, l’incontro tra i due mondi però, spesso risulta essere il frutto di commissioni esterne in stretta dipendenza da esigenze commerciali. Per quanto riguarda la pedagogia e la formazione, la città propone soluzioni legate a contesti accademici accessibili ad un numero limitato di partecipanti oppure corsi professionali di formazione teatrale ed artistica che limitano ugualmente la partecipazione, risultando inaccessibili dal punto di vista economico.
Milano, accanto ai settori culturali più in vista a livello internazionale, moda e design, offre occasioni di condivisione artistica con grandi mostre d’arte, dei più famosi pittori del passato, grandi fiere d’arte contemporanea e moderna, fondazioni che si occupano di portare anche da noi artisti conclamati in tutto il mondo, ma, la fruizione, in ognuno di questi momenti, si sviluppa sempre in una direttrice esterna: il pubblico è sempre e soltanto pubblico e non partecipa al processo creativo: prende atto dell’esistenza di tali artisti, che però non interagiscono col territorio e con l’identità della città, e rimangono in loco per il tempo previsto dalla mostra per poi sparire senza lasciare tracce significative.
Le Cicale dell’Arconte si propongono di diffondere la cultura teatrale e artistica per mezzo di progetti strutturati secondo momenti di formazione, stage, seminari e workshop tenuti da Maestri teatrali, esponenti delle arti visive e giovani artisti internazionali, e momenti di condivisione del lavoro svolto con la comunità milanese, grazie a open class e installazioni artistiche, che hanno come location luoghi fortemente frequentati dalla collettività milanese.
Le Cicale vogliono interagire direttamente con tutti coloro che desiderino dare un’occhiata al lavoro svolto e dare la propria opinione in proposito, vi invitiamo pertanto a visitare il sito
http://www.lecicaledellarconte.com/

troverete anche tutte le informazioni riguardanti il laboratorio di Stefano de Luca.

Irene Rossetto

Redazione on FacebookRedazione on InstagramRedazione on TwitterRedazione on Youtube

Commenta