Del: 13 Ottobre 2014 Di: Redazione Commenti: 0

1. S’intrecciano sguardi — nembi s’addensano, carichi di tensioni gestuali. Sacra, scàlpita la parola e freme, comprime il petto e il labbro. Nobile dote dell’umano spirto, figlia della ragione e del genio: a lei tutto si tende. È un attimo: jobs act.

Renzi Collage

2. Non so l’uomo, cosa sia. Se pioggia e fango, carne e sangue, oppure fuoco, solo fuoco — il fuoco che mi brucia dentro, il divino ardore che la materia grezza muove e al cielo innalza. Maschere cieche lottano, bramano, si fanno l’una contro l’altra, nell’arena polverosa della vita: una forza le sprona.
O forse, acidità di stomaco.

3. D’in su la vetta della torre antica,
tanghero solitario, a governare
spavaldo vai col quarantun percento.

Renzi 2 Collage

4. Recita un proverbio orientale: non puoi tirare l’erba per far sì che cresca più in fretta. Ma puoi sempre porre la questione di fiducia.

5. Cosa vuole che le dica. Meglio la crisi della rappresentanza che la crisi d’identità.

Ettore Flavio Barbigli,
poeta surrealista e surrenale

Foto di Pietro Repisti

 

Redazione on FacebookRedazione on InstagramRedazione on TwitterRedazione on Youtube

Commenta