Welcome to Green Bank, il villaggio statunitense che ha bandito i cellulari per cercare extraterrestri

Green Bank, Pocahontas County, in West Virginia, situato ai piedi delle Allegheny Mountain, è un gioiello verde, un angolo idilliaco di vita contadina di un’America di un altro Secolo.

Lungo le strade immerse nel verde potreste non accorgevene subito, ma i cellulari smettono di funzionare. Se stavate ascoltando la radio, il segnale si interrompe, sostituito dal silenzio assoluto.
Per quanto pasticciate i vostri telefoni, non c’è niente da fare, zero segnale. E in paese nessuno potrà offrirvi Wi-Fi, perché nessuno ha (almeno ufficialmente) Wi-Fi funzionanti.
CASSStore

Green Bank è il villaggio piú silenzioso d’America.

Gli abitanti di Green Bank non sono amish o primitivisti, e Green Bank non è il villaggio meno tecnologico degli Stati Uniti — al contrario ospita tecnologia avanzatissima.

A proteggere lo stabilimento bianco che in lontananza si vede immerso nella pineta, un imponente autocarro circondato di piccole antenne sorveglia giorno e notte il paese e le campagne circostanti — a caccia dei cittadini ribelli che nascondono oggetti proibiti come access point Wi-Fi, forni microonde, e in lotta costante contro gli animali che masticano cavi della luce, causando rumorissime interferenze radio.

Green Bank è al centro della National Radio Quiet Zone, un’area di 33 chilometri quadrati, al confine tra West Virginia, Virginia e Maryland, dove per legge è vietato utilizzare qualsiasi tipo di strumento in grado di produrre interferenze radio.
Il silenzio radio assoluto è infatti vitale per il funzionamento del Robert C. Byrd Green Bank Telescope, il telescopio radio piú grande del mondo con un piatto dal diametro di 100 metri.
big-telescope-towering-ov-009
Nessun’altra antenna al mondo può “ascoltare” oggetti piú lontani del Green Bank Telescope: cuore del National Radio Astronomy Observatory, è stato protagonista di alcune delle scoperte astronomiche piú importanti degli ultimi quindici anni.

Dal suono delle galassie che si formano ai confini dell’Universo osservabile a superbolle gassose a piú di 23 mila anni luce di distanza, passando per aver dimostrato l’esistenza di molecole complesse libere nell’universo (hanno scoperto molecole di zucchero — nello spazio!).

Il gruppo di scienziati guidato da Jay Lockman dedica un terzo del proprio tempo alla ricerca di segnali radio che dimostrino l’esistenza di civiltà extraterrestri.
La ricerca di vita intelligente extraterrestre è una tradizione di Green Bank.
Nel 1961 proprio al NRAO Frank Drake formulò per la prima volta una formula matematica per stimare il numero di civilità extraterrestri presenti nella galassia.

Oggi, il telescopio di Green Bank è uno dei due partner principali nell’operazione Breakthrough Listen, la piú grande iniziativa di ricerca di vita extraterreste, interamente finanziata dal miliardario russo Yuri Milner.
observatory_custom-267684a1ecc875ed56864d1fb66be32cf16ed5c8-s900-c85
“Secondo il modello di un Universo infinito, deve necessariamente esserci altra vita. Non c’è domanda piú importante. È venuto il momento di trovare la risposta.”
— Stephen Hawking, alla presentazione del progetto Breakthrough Listen.

Alessandro Massone
Designer di giorno, blogger di notte, podcaster al crepuscolo.

Commenta