Del: 18 Novembre 2015 Di: Redazione Commenti: 0

26 cortometraggi in concorso provenienti da 19 Paesi per tre categorie: animazione, fiction e documentario. Tre lungometraggi fuori concorso per tre giornate di proiezioni gratuite, che andranno in scena in due prestigiose location della città. Sono solo alcuni numeri della quarta edizione del SOUQ Film Festival, a cui quest’anno hanno partecipato oltre 100 pellicole, firmate da registi di 30 diversi Paesi.

Promosso dal Centro Studi Sofferenza Urbana della Fondazione Casa della carità, il SOUQ Film Festival torna a Milano dal 19 al 21 novembre con alcune novità: alla storica partnership con il Consiglio di Zona 1 e il Piccolo Teatro di Milano, si aggiunge quest’anno la collaborazione con la Fondazione Culturale San Fedele sezione Cinema. Il programma si arricchisce quindi di una serata.

Giovedì 19 novembre dalle ore 17, al Chiostro “Nina Vinchi” del Piccolo Teatro Grassi andrà in scena il meglio del SOUQ Film Festival, con una selezione dei corti che hanno partecipato alle edizioni precedenti. Il concorso vero e proprio si terrà invece venerdì 20 dalle ore 17 e sabato 21 novembre dalle ore 14, nella nuova location dell’Auditorium San Fedele.

Dai profughi siriani sbarcati in Italia alla ricerca di un trafficante che li porti nel Nord Europa alla vita nelle baracche costruite sui tetti di Hong Kong, dai sogni dei bambini che abitano gli slums del Kenya alla convivenza tra alunni di fedi diverse in Australia, nei corti selezionati dal SOUQ Film Festival  si raccontano i problemi delle nostre città, attraverso l’immediatezza del linguaggio cinematografico.

Alcune delle pellicole selezionate hanno partecipato a importanti rassegne internazionali, vincendo numerosi riconoscimenti.

Le tre serate saranno poi arricchite dalla proiezione di tre lungometraggi internazionali fuori concorso: Untouchable: Children of God di Grant Knisely (Usa, 2014) Unlikely Heroes di Peter Luisi (Svizzera, 2014) e The Hand That Feeds di Rachel Lears e Robin Blotnick (Usa 2014).

Per la serata d’apertura, il 19 novembre, è in programma Untouchable: Children of God, un documentario che indaga sullo sfruttamento sessuale di donne e bambine nella zona di confine tra Nepal e India.

Durante la serata di venerdì 20 novembre, il regista di Unlikely Heroes Peter Luisi sarà presente in sala. Oltre a presentare la sua pellicola, dopo la proiezione parteciperà al dibattito sul tema dei rifugiati insieme a Nicoletta Vallorani, docente di Letteratura inglese e Media Studies presso l’Università degli Studi di Milano.

Sabato 21 novembre, al termine delle premiazioni, sarà la volta di The Hand That Feeds, film che tratta dello sfruttamento lavorativo degli immigrati irregolari nei fast food degli Stati Uniti. Dopo la proiezione, si continuerà a parlare di lavoro con l’assessore del Comune di Milano Cristina Tajani e con Francesco Maisto, del comitato scientifico del Centro Studi Sofferenza Urbana della Fondazione Casa della carità.

Per maggiori informazioni: www.souqfilmfestival.net

Redazione on FacebookRedazione on InstagramRedazione on TwitterRedazione on Youtube

Commenta