BookAdvisor, novità editoriali -Vulcano Statale

BookAdvisor, novità editoriali

Il 5 di ogni mese, 5 libri per tutti i gusti: BookAdvisor è la rubrica mensile che raccoglie e presenta le novità editoriali scelte dalla nostra redazione. Buona lettura!


Macchine come me (edito da Einaudi) 

Ian McEwan

BookAdvisor, novità editoriali -Vulcano Statale

Come sarebbe andata se Alan Turing non fosse stato condanato per essere omosessuale e fosse sopravvissuto? Saremmo arrivati ad avere robot umanoidi negli anni ’80, secondo McEwan. 12 Adam e 13 Eve per la precisione, sarebbero stati i primi modelli lanciati sul mercato, venduti un po’ come elettrodomestici tuttofare, un po’ come individui dotati di personalità e libero arbitrio. Charlie Friend, scansafatiche con un’ingente somma di denaro appena ereditata, acquista subito un Adam. L’umanoide, però, non è soltanto un miracolo della tecnologia: osserva e impara, capisce la propria condizione e sviluppa sentimenti profondi. Ma cosa succede quando si trova a dover decidere tra il bene dei suoi amici e la legge? Tra la donna di cui è innamorato e l’uomo che l’ha comprato? Un romanzo potente che affronta i problemi etici che le macchine intelligenti ci presenteranno, quando arriverà il momento in cui ci troveremo a dover convivere con loro.


I testamenti (edito da Ponte alle Grazie)

Margaret Atwood

BookAdvisor, novità editoriali -Vulcano Statale

Per alcuni il libro più atteso dell’anno, lanciato il 10 settembre in contemporanea in tutto il mondo, il sequel de Il racconto dell’Ancella è arrivato. 34 anni e una serie tv di 3 stagioni dopo, la Atwood ritorna a colmare le lacune lasciate nel primo libro, a chiarire i molti interrogativi aperti e ad aggiornare il mondo di Gilead, dopo gli avvenimenti degli ultimi decenni: la terza ondata del movimento femminista, il Me Too, le elezioni di Trump e tutto il resto. Il titolo è al plurale perché il discorso si fa corale e la testimonianza non è più solo di un’ancella, ma di molte altre donne, qualsiasi sia il ruolo assegnato loro dal regime.


Middle England (edito da Feltrinelli)

Jonathan Coe 

BookAdvisor, novità editoriali -Vulcano Statale

Benjamin Trotter e la sua famiglia tornano a essere protagonisti delle vicende narrate da Jonathan Coe in Middle England, terzo capitolo della trilogia cominciata nel 2001 con La banda dei brocchi. Sullo sfondo rimane l’Inghilterra, ma non più quella degli anni ’70 o di inizio millennio, il libro infatti racconta gli eventi che scuotono la Gran Bretagna partendo dal 2010 fino ai primi mesi del 2018. Gli eventi storici, culturali e sociali che vengono raccontati permettono all’autore di rappresentare il vero protagonista del romanzo. Il dualismo. Giovani e vecchi, conservatori e progressisti, Europa e Brexit, questi sono solo alcuni dei terreni di scontro che si trovano in questo romanzo e che vengono analizzati sia nella vita pubblica del paese sia in quella privata dei protagonisti. Uno splendido romanzo che permette al lettore di sperimentare le ideologie e i pensieri che hanno portato un popolo alla scissione più grave della sua storia.

Recensione di Luca Pagani


Il conoscente (edito da Marcos Y Marcos)

Umberto Fiori

BookAdvisor, novità editoriali -Vulcano Statale

All’autore non piace definirlo “romanzo in versi”, preferisce chiamarlo invece “lungo racconto”; ma sta di fatto che questa raccolta poetica ha molto più della prosa che del verso. La trama c’è, esiste un protagonista (che si chiama, enigmaticamente, Umberto Fiori) e c’è un antagonista, lo squallido Conoscente che molesta l’io lirico con la sua arroganza e saccenza. Fiori passa dall’ironia all’invettiva, dalla descrizione di un paesaggio pittoresco a quella dell’orrore di fronte a una cassa piena di unghie e capelli umani. Un libro che si divora, come fosse un racconto, ma arricchito della delicatezza che solo la poesia ha.


Un giorno questo dolore ti sarà utile (edito da Adelphi)

Peter Cameron

BookAdvisor, novità editoriali -Vulcano Statale

L’estate prima di iniziare il college, a diciotto anni, è sicuramente un periodo pieno di emozioni, ansie e incertezze. Lo è per James, protagonista del romanzo. Un senso di inadeguatezza perenne e voglia di fuggire dalla realtà della New York benestante in cui vive lo accompagnano mentre lavora nella galleria d’arte della madre, intento a cercare case nel Midwest dove sogna di rifugiarsi. Il curatore della galleria John e la nonna materna sono le uniche due persone dalla cui compagnia trae reale piacere. Rischierà però di rovinare il rapporto con l’affascinante curatore dopo aver creato un profilo falso a suo nome su un sito di incontri. Cosa gli riserverà il futuro? Cameron ancora una volta è in grado di creare un’atmosfera coinvolgente e concreta, dando al lettore la sensazione di essere sospeso in un limbo a causa di un susseguirsi di vicende indefinite, e lasciandogli addosso una sensazione di incompiutezza che rapisce. 

Recensione di Arianna Locatelli


Illustrazione di Ludovica Marani, rubrica curata da Michela La Grotteria

Michela La Grotteria
Made in Genova. Leggo di tutto per capire come gli altri vedono il mondo, e scrivo per dire come lo vedo io. Amo le palline di Natale, la focaccia nel cappuccino e i tetti parigini.