Io Chiedo di +, e tu? -Vulcano Statale

Io Chiedo di +, e tu?

Domani, mercoledì 30 ottobre, grazie alla campagna “CHIEDO DI +” verranno presentati al Senato i dieci punti presenti in quello che Europa Donna Italia definisce il “nostro decalogo”, ovvero le principali necessità delle donne affette dal tumore al seno.

Europa Donna Italia è un’associazione indipendente di promozione sociale, che ha come obiettivo creare una sensibilizzazione approfondita e quanto più vasta possibile riguardo a questa malattia.

La sua attività è costante tutto l’anno, ma si intensifica in ottobre, il mese dedicato alla prevenzione del tumore al seno.

Nel video “CHIEDO DI +”, postato sui social e condiviso dai sostenitori, vengono mostrati dieci passi che si possono compiere oggi per dare “di più” a tutte le donne affette dal cancro alla mammella.

CHIEDO DI + Il nostro decalogo

Una campagna che nasce dalle pazienti per le pazienti. Ecco i 10 “Chiedo di Più” che presenteremo il 30 ottobre in Senato: le necessità più importanti per le donne con #tumorealseno nel loro percorso all’interno delle #BreastUnit.Condividi il video e scopri di più su www.europadonna.it #ChiedoDiPiu[con il contributo incondizionato di Roche Italia]

Posted by Europa Donna Italia on Thursday, October 24, 2019

Innanzitutto, sarebbe auspicabile un maggior numero di donne curate presso le Breast Units, ossia centri di senologia specializzati nella diagnosi precoce e nella cura del tumore.

Ogni Breast Unit è composta da medici specializzati in diversi ambiti, che seguono le pazienti in modo completo durante il corso della malattia.

L’approccio multidisciplinare e d’équipe permette un’approfondita attenzione fisica e psicologica nelle fasi di diagnosi, terapia e controlli post-operatori, comprendendo anche la valutazione dei rischi ereditari.

Dal 2006 il Parlamento Europeo esorta i Paesi membri a garantire sul loro territorio la presenza di questi centri specializzati. Secondo l’intesa Stato-Regioni del 18 dicembre 2014, in Italia ogni centro dovrebbe trattare almeno 150 nuovi casi ogni anno e dovrebbe avere almeno un core team di 6 professionisti dedicati: radiologo, chirurgo, patologo, oncologo, radioterapista, data manager.

Attualmente, secondo i dati di Europa Donna Italia, lo sviluppo delle Breast Units non è completo in tutte le regioni d’Italia: anche per questo è necessario rendere ancora più vasta l’opera di sensibilizzazione riguardo a questo tema, soprattutto a livello istituzionale oltre che sociale.

Ulteriori richieste vertono sull’importanza del sostegno psicologico nella fase che precede e segue l’operazione, in modo particolare si sottolinea quanto sia fondamentale per la paziente essere adeguatamente informata riguardo alla propria fertilità futura e alla predisposizione genetica della malattia.

L’AIOM stima che nel 2019 ci saranno in totale 53.000 nuovi casi di tumore al seno, cioè il 29% delle diagnosi di tumore effettuate nelle donne: un numero alto e preoccupante, infatti il tumore alla mammella è tra i cinque più diffusi.

La prevenzione è fondamentale: seguire uno stile di vita sano ed equilibrato dal punto di vista del movimento e della nutrizione è indispensabile, ma una maggiore conoscenza dell’argomento da parte della popolazione è altrettanto importante.

Essere adulti significa iniziare a pensare che le cose non accadono solo agli altri o solamente in TV, ma potrebbero coinvolgere anche noi e chi ci sta accanto.

Essere adulti significa anche informarsi e restare aggiornati, non solo per conoscere i rischi che potremmo correre e cercare di prevenirli, ma anche per capire cosa succede nel mondo attorno a noi.

“CHIEDO DI +” nasce da pazienti e sostenitrici che, insieme alla presidente di Europa Donna Italia Rosanna D’Antona, si fanno portavoce di educazione e civiltà: illustrano i nostri diritti in ambito medico-sanitario e ciò che dobbiamo conoscere per prevenire questa malattia.

Troppo spesso la disinformazione, la frenesia delle nostre routine, o la più banale indifferenza non ci permettono di approfondire argomenti importanti per la nostra salute, come questo.

Io Chiedo di +, e tu? -Vulcano StataleI social ci vengono incontro: pubblicare una foto su Instagram e Facebook con il simbolo “+” è un modo apparentemente semplice ma efficace per supportare questa iniziativa di sensibilizzazione, che ci auguriamo potrà raggiungere un considerevole numero di persone all’interno e all’esterno delle Istituzioni.

 

Caterina Cerio
Vivo a Milano ma sono innamorata di Siviglia, dove ho fatto il primo Erasmus. Amo il sole, il mare e la buona compagnia. Mi piace conoscere cose nuove e l’arte in generale con tutti gli stimoli che dà.