Del: 2 Novembre 2023 Di: Redazione Commenti: 0
TieniMi d'Occhio. Gli eventi del mese di gennaio in Unimi

TieniMi d’occhio è la bacheca, curata da Vulcano Statale, in cui trovate tutti gli eventi che avranno luogo negli spazi dell’Università Statale di Milano: un modo per valorizzare ciò che l’Università offre, oltre alle lezioni.

Il calendario potrebbe subire variazioni.


Lunedì 6 novembre

Tra fabula e storia: Alessandro Manzoni letterato

Ore 9.30, Sala Napoleonica, via Sant’Antonio 10/12

In occasione del centocinquantesimo anniversario dalla sua morte, l’Università degli Studi di Milano, la Biblioteca Nazionale Braidense e Casa Manzoni hanno organizzato tre giornate dedicate ad approfondire la figura di Alessandro Manzoni. La prima giornata, promossa dai dipartimenti di Studi storici e di Studi letterari, filologici e linguistici, si terrà in Statale. Qui il programma completo.

Unimi Connect Cinema 2023: proiezione del film “Nico, 1988” di Susanna Nicchiarelli

Ore 20.00, Aula Magna, via Festa del Perdono 7

In questo film, Nicchiarelli racconta la storia di Christa Päffgen, in arte Nico, cantante dei Velvet Underground raffigurata come una donna al termine della sua carriera e della sua vita, che cerca di ricostruire sé stessa e il rapporto con suo figlio. La proiezione è preceduta dalla consegna dei premi alle tesi di laurea e dottorato.


Mercoledì 8 novembre

La legge della parola. Con Massimo Recalcati

Ore 18.00, Aula 208, via Festa del Perdono 7

La lista di rappresentanza studentesca Unisì – Uniti a Sinistra invita nuovamente in Statale Massimo Recalcati, questa volta per trattare il tema del rapporto tra parola biblica e parola della psicanalisi. Concentrandosi sulla storia della psicoanalisi stessa, Recalcati mostrerà come essa debba molti dei suoi concetti non solo alla tradizione dei miti greci, ma anche di quelli biblici. È possibile, da questo rapporto ricucito, pensare una nuova etica che si basi sul potere della Parola e sul limite dell’uomo?


Giovedì 9 e venerdì 10 novembre

Terzo seminario internazionale dedicato allo scambio fra dottorandi nel campo del Diritto del lavoro

Sala Lauree, via Conservatorio 7

Un’iniziativa rivolta ai dottorandi nel campo del diritto del lavoro e della previdenza sociale, chiamati a presentare i propri argomenti di tesi, cui seguirà uno spazio di discussione. L’evento è promosso dal corso di dottorato in Diritto comparato, privato, processuale civile e dell’impresa, ospitato per due anni dall’Universitat de València. Qui il programma.


Venerdì 10 novembre

Risicoltura sostenibile, conservazione e ripristino dell’Agrobiodiversità

Ore 9.30, Aula Maggiore, via Celoria 2

Un’iniziativa con cui si intende promuovere la risicoltura sostenibile e l’agrobiodiversità, parte del progetto “Biodiversitas. L’agrobiodiversità partecipata. L’agrobiodiversità nelle aziende agricole Polyculturae del Piemonte Orientale”. È possibile partecipare online, con questo link.

Francesco Guccini in Statale: presentazione di “Canzoni da osteria”

Ore 11.30, Aula Magna, via Festa del Perdono 7

Francesco Guccini ci accompagna ancora una volta in un viaggio tra le sue melodie del cuore con “Canzoni da osteria”, nuovo progetto discografico legato al suo periodo universitario a Bologna. Il Maestro del cantautorato italiano dialoga con la comunità studentesca della Statale accompagnato dai docenti Andrea Borghini e Maurizio Corbella.


Lunedì 13 novembre

Incontri transfemministi verso il 25 novembre. Primo incontro: Siamo vive? Siamo libere?

Ore 14.30, Aula 433, via Festa del Perdono 7

Il primo del ciclo di incontri organizzato dalla lista di rappresentanza studentesca Studenti Indipendenti in preparazione al 25 novembre è volto ad esplorare il femminismo giuridico e la vittimizzazione secondaria. Sarà ospite Ilaria Boiano, attivista femminista che fa parte dell’ufficio legale dell’associazione Differenza Donna di Roma e dell’ASGI – Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione. Lavora come avvocata specializzata nella difesa dei diritti delle donne nel processo penale e presta assistenza alle donne migranti.

BookCity Milano 2023. Il sogno della traduzione quasi perfetta

Ore 14.30, Sala Lauree di Studi Umanistici, via Festa del Perdono 7

L’evento esplora il tema della traduzione, in particolare in relazione alla difficoltà di rendere non solo il significato del testo originale ma anche imitarne la forma. È il sogno della traduzione quasi perfetta, per cercare di dire quasi la stessa cosa. Dal punto di vista teorico questo deve fare i conti sia con le peculiarità di ogni traduttore nei suoi approcci al testo e alla traduzione, sia con problemi specifici nel passaggio da un sistema linguistico ad un altro. Nella lezione aperta verranno esplorati non solo i presupposti teorici della traduzione, ma anche esempi pratici tratti dal testo Da dove entra la luce, traduzione italiana dell’opera di Clare Fisher.

BookCity Milano 2023. Sognatori solidali: migrazioni, asilo e società civile

Ore 16.00, Aula 4, via Conservatorio 7

Negli ultimi anni, il tema delle migrazioni ha ciclicamente riacceso il dibattito e diviso l’opinione pubblica. Di fronte a un contesto segnato da ripetuti eventi emergenziali e di crisi, un crescente numero di cittadini si è mobilitato per affermare – attraverso le proprie pratiche – il sogno di una società diversa, più inclusiva ed accogliente. L’incontro trae spunto dalla pubblicazione di tre diversi volumi che analizzano come la società italiana abbia concretamente risposto a questa sfida, con particolare attenzione al ruolo giocato dagli attori della società civile e del volontariato.

Sogno di terra. Preservare la vita nel suolo per un futuro sostenibile

Ore 17.30, Sala Lauree, via Conservatorio 7

Come scrive Henry David Thoreau, il suolo è “poesia vivente”. Ma purtroppo è anche molto fragile, ed è inerme di fronte alla stupidità e all’avidità di chi lo considera una “risorsa” da sfruttare. Non è rinnovabile né resiliente: quando viene cementificato, impermeabilizzato, eroso o inquinato è perso per sempre. Verrà presentato il libro L’intelligenza del suolo di Paolo Pileri.


Martedì 14 novembre

BookCity Milano 2023. I popoli indigeni e i loro diritti in America Latina fra sogni, conquiste e sconfitte

Ore 10.30, Sala Lauree di Scienze Politiche, via Conservatorio 7

In America Latina, e non solo, la “questione indigena” è portatrice di un’istanza generale di radicale democratizzazione e decolonizzazione, di maggiore giustizia ed equità. Il volume che si presenta propone un aggiornamento e un approfondimento interdisciplinare sulla “questione indigena” in America Latina attraverso il contributo di autorevoli autori, che hanno voluto condividere l’esito delle loro più recenti ricerche sui numerosi e assai differenti scenari nazionali.

BookCity Milano 2023. Il sogno dell’uguaglianza: donne, diritti, magistratura

Ore 10.30, Aula 302, via Santa Sofia 9/1

A sessant’anni dall’ammissione delle donne in magistratura, l’evento intende riflettere, in prospettiva storica e attuale, sull’eguaglianza di genere nel corpo giudiziario, dove al netto della superiorità numerica, le donne scontano una sottorappresentazione negli incarichi direttivi e negli organi di autogoverno. Attraverso il racconto dell’esperienza umana e professionale delle prime otto magistrate, l’evento vuole sollecitare una discussione sul tema della parità dei sessi in magistratura.

BookCity Milano 2023. La vita è sogno. Recitare le emozioni con la tecnica attoriale e le conoscenze neuroscientifiche

Ore 10.30, Aula M103, via Santa Sofia 9/1

Nella commedia Il gabbiano di Anton Cechov Kostia dice che a teatro bisognerebbe rappresentare la realtà “come ci appare nei sogni”, ovvero con quella potenza prerazionale e incontrollata che anima ognuno di noi. Invece, dice Kostia, gli attori ci mostrano personaggi “intenti a mangiare, camminare, portare la propria giacca”. Un’arida superficie che non rivela l’essenza dell’Umanità, mentre i sogni scatenano nel sognatore emozioni disinibite. Proprio le emozioni sono il tema della ricerca artistica di cui si parla nel volume: come recitare volontariamente questi atti involontari? Come realizzare una “tecnica delle emozioni” che gli attori e le attrici possano usare in scena?

BookCity Milano 2023. Tra Haiti e Milano: sogni e incubi, battaglie ed evasioni

Ore 12.30, Aula T8, piazza Indro Montanelli 1, Sesto San Giovanni

Terra! ma nessuna patria di Ti-Noune Moïse è una testimonianza autentica dell’autrice che ripercorre la storia della propria famiglia tra Italia e Haiti. La narrazione è arricchita da un vasto e interessante materiale iconografico, per lo più inedito, ulteriore testimonianza del sogno di una scena politica, sociale e culturale diversa e migliore, della battaglia di una famiglia per resistere all’incubo delle dittature nei due paesi.

BookCity Milano 2023. Per tornare a sognare: lavoro, welfare, ambiente nell’era delle crisi e nei territori

Ore 12.30, Aula 5, via Conservatorio 7

In una fase storica in cui diverse crisi attanagliano la vita privata e collettiva, costringendoci a rincorrere l’ultima urgenza e privandoci della possibilità di (re)immaginare nel lungo termine, che spazio ha il sogno? L’evento vuole approfondire il file rouge che lega due libri, due donne, due giovani ricercatrici, che partono da esperienze di oppressione sociale e violenza ambientale per esplorare come, dentro le contraddizioni di questo sistema neoliberale, persone e comunità siano in grado di liberare nuove energie, di rimettere in cammino la storia, di aprire nuovi percorsi di emancipazione. In sostanza, di tornare a sognare.

La questione palestinese. Analisi e prospettive

Ore 14.30, Aula 601, via Pascal 36, Città Studi

La questione palestinese è ritornata alla ribalta nell’opinione pubblica “occidentale” mainstream da un mese a questa parte, con narrazioni strumentali e coloniali, anche se nei fatti trova le sue radici a partire dalla seconda metà dell’Ottocento. Per questo motivo la lista di rappresentanza studentesca Sinistra Universitaria – Udu Statale ha deciso di organizzare un incontro sul tema con espert3 di diritto internazionale e persone direttamente coinvolte. A questo link la locandina dell’evento.

BookCity Milano 2023. Terra sognata, terra contesa: passaggi in Palestina

Ore 14.30, Aula T13, piazza Indro Montanelli 1, Sesto San Giovanni

In questa lezione aperta presentiamo il numero dedicato alla Palestina del libro-magazine The Passenger, un progetto editoriale che intende raccontare i luoghi attraverso reportage letterari, saggi, progetti fotografici e consigli d’autore realizzati da esperti spesso attivi in loco. Illustreremo le caratteristiche di questo progetto nel panorama editoriale, scoprendo alcuni segreti del mestiere svolto in redazione e da traduttrici e traduttori. Addentrandoci nello scenario palestinese, discuteremo di come il giornalismo, la letteratura e la produzione culturale contribuiscano a creare l’immagine di questa terra sognata e contesa. Il tempo del sogno, mai sopito, di vedere realizzato il diritto al ritorno è scandito oggi da nuove istanze che si configurano talvolta come utopie e talvolta come incubi. Infine, esploreremo la costruzione dell’identità palestinese globale tra memoria storica e rivendicazioni dell’epoca contemporanea.

Play your part. Gli studenti della Statale discutono l’emergenza climatica

Ore 15.30, Sala Lauree di Scienze Politiche, via Conservatorio 7

L’incontro è dedicato a una serie di volumi pubblicati dalla Milano University Press in open access e dedicati alla tematica generale della crisi climatica. A discuterne con gli autori saranno gli studenti della Statale che affronteranno i temi trattati dai diversi volumi.

BookCity Milano 2023. Tra sogni e consapevolezze: racconti di donne non più straniere in Italia

Ore 16.30, Aula T6, piazza Indro Montanelli 1, Sesto San Giovanni

L’evento è collegato al Concorso letterario e fotografico nazionale Lingua Madre dedicato a donne migranti o con origini straniere che abbiano scelto come mezzo di espressione la lingua italiana e a donne italiane che vogliano raccontare l’Altra. L’incontro intende soffermarsi sulle opere delle studentesse della Statale che hanno vinto o che sono state selezionate per la pubblicazione Lingua Madre 2023.

BookCity Milano 2023. Città italiane nel Novecento: utopie, distopie, miti politici

Ore 16.30, Aula Pio XII, via Sant’Antonio 5

Al centro della discussione è la città italiana nel Novecento, intesa soprattutto come metafora di elaborazione e circolazione di alcuni miti politici che hanno attraversato le diverse stagioni dell’Italia unita. Numerose città hanno catalizzato, in singoli momenti, sogni e utopie politiche, orientando in questo modo la “mappa mentale” di varie generazioni di italiani.

BookCity Milano 2023. L’arte del romanzo e il sogno della Belle Époque

Ore 17.30, Sala Lauree di Studi Umanistici, via Festa del Perdono 7

La presentazione dell’ultimo romanzo di Paola Capriolo, ambientato nella cosmopolita Sanremo di fine Ottocento, è un’occasione per raccontare da diversi punti di vista un lembo della regione ligure di Ponente, sospesa nel sogno della Belle Époque.


Mercoledì 15 novembre

BookCity Milano 2023. Polizia, abusi e populismo nell’Italia contemporanea

Ore 10.30, Aula 113, via Festa del Perdono 7

A partire dall’analisi delle morti tragiche di Federico Aldrovandi e Riccardo Magherini, il testo che verrà presentato (Incontri troppo ravvicinati?, Vincenzo Scalia) conduce il lettore in un’analisi articolata dei modelli organizzativi e delle pratiche poliziesche, che riflettono il clima populista delle società contemporanee, dentro il quale si affermano anche forme privatiste e private di polizia. La prenotazione all’evento è obbligatoria.

Milano BookCity 2023. È tempo di sognare: narrativa, etica e meraviglia a filo dell’acqua

Ore 12.30, Aula A6, Piazza Sant’Alessandro 1

Accogliendo la dimensione del sogno, si esplorerà il libro L’Uomo che chiama le balene dell’autore sudafricano Zakes Mda, tradotto per la prima volta in Italia e pubblicato dalla casa editrice Incipit 23. Il romanzo si può definire come una parabola ecologica e sociale in cui commedia, tragedia e magia si intrecciano per raccontare l’aspirazione di esseri umani e non umani a emozioni profonde e alla ricerca della bellezza di stare al mondo.

BookCity Milano 2023. La pubblicità oggi: tra sogni, bisogni e nuove consapevolezze

Ore 14.30, Aula 27, via Conservatorio 7

Un viaggio appassionante nel passato della pubblicità, dalla sua nascita fino ai nostri giorni. Nel corso del dibattito, svolto a più voci tra diversi esperti delle scienze sociali, ci si interrogherà sulle sfide che pone oggi la comunicazione pubblicitaria contemporanea, tra vecchi sogni e nuove esigenze e consapevolezze.

BookCity Milano 2023. Il sogno di Beatrice nuda. Poesia e pittura italiana tra Duecento e Trecento

Ore 16.30, Aula A1, Piazza Sant’Alessandro 1

Negli anni in cui Dante sta scrivendo la Vita nuova, Giotto dipinge il Crocifisso di Santa Maria Novella. Nello stesso periodo e nella stessa città Dante e Giotto rinnovano o, meglio, rivoluzionano rispettivamente la poesia e la pittura. A partire dal volume di Donato Pirovano l’evento propone una riflessione sulla poesia e sulla pittura italiana di fine Duecento e inizio Trecento per cogliere i più rilevanti aspetti di novità.

Conferenza sul poliamore con QueerStatale Milano

Ore 16.30, Aula M205, via Santa Sofia 9

Conferenza con Policarenze e Nicole Braida sul poliamore. Riflessioni transfemministe queer per una critica al sistema monogamo.

Sektoberfest. Festa di inizio anno in settore didattico.

Ore 18.00, Cortile centrale del settore didattico, Città Studi

La lista di rappresentanza studentesca Obiettivo Studenti organizza una festa di inizio anno con cibo, birre e musica dal vivo a partire dalle ore 21.


Giovedì 16 novembre

BookCity Milano 2023. Il sogno delle donne. La parità nel lavoro familiare e nel lavoro retribuito

Ore 9.00, Aula 10, via Conservatorio 7

L’evento verterà sui temi della parità di genere dentro e fuori il mercato del lavoro, parità tanto desiderata ma che – ad ogni generazione – sembra inafferrabile come un miraggio.

BookCity Milano 2023. Distopie in traduzione

Ore 10.30, Aula 302, via Santa Sofia 9/1

L’incontro si concentra sul tema della distopia contemporanea, identificando due romanzi appena pubblicati in traduzione in Italia e che presentano complessità traduttive proprio in relazione al tipo di storia che raccontano. Si è pensato quindi di invitare i traduttori in modo da poter discutere le difficoltà e gli approcci che entrambi hanno usato nell’avvicinare e traghettare i due romanzi da un pubblico (e da una lingua) all’altro.

BookCity Milano 2023. L’integrazione tra popoli: storie, problemi, sogni, incubi

Ore 12.30, Aula Pio XII, via Sant’Antonio 5

Nel libro presentato, le voci di più autori guidano il lettore attraverso percorsi sensibili di approfondimento retrospettivo: le parole dell’estraneità, la narrazione di storie emblematiche di inclusione, l’analisi delle garanzie processuali relative agli stranieri e le interazioni tra culti religiosi. La discussione tra studiosi di diverse aree disciplinari (antropologia, sociologia, diritti dell’antichità, relazioni internazionali) giungerà a toccare il difficile equilibrio tra il sogno di un domani migliore e l’incubo della violazione dei diritti umani.

BookCity Milano 2023. La dichiarazione sovversiva. Un dialogo su Olympe de Gouges

Ore 12.30, Sala lauree di Scienze Politiche, via Conservatorio 7

Olympe de Gouges, autrice della Dichiarazione dei diritti della donna e della cittadina (1791), è un’autrice cruciale nel panorama degli studi di genere, e nel panorama più generale della teoria politica e sociale. Si dedicò al tema dei diritti e della libertà individuale: al riconoscimento dei diritti delle donne, ma anche dei neri, degli orfani, degli anziani, dei disoccupati, dei poveri. Si proclamò a favore della democrazia rappresentativa, respinse il dispotismo e le torture. Fu ghigliottinata nel 1793. In questo dialogo a distanza con lei si ragionerà sulle relazioni che intercorrono tra eguaglianza e differenza, universalismo e particolarismo dei diritti, sovranità e cittadinanza, realtà e utopie.

BookCity Milano 2023. Il sogno dell’Europa unita tra realizzazioni e fallimenti

Ore 12.30, Aula 515, via Festa del Perdono 3

L’incontro propone una riflessione sulle maggiori dinamiche e i più importanti fattori che hanno contribuito in maniera significativa a disegnare la natura e i caratteri di fondo di ciò che s’intende oggi per Europa. Si ragionerà sulle istituzioni, il processo di integrazione, la dimensione economica, le trasformazioni sociali del vecchio continente e l’interazione con attori esterni, nella convinzione che, fatta di grandi speranze, crisi, audaci iniziative, trasformazioni, la difficile costruzione dell’Unione europea ha concorso a determinare l’attuale assetto dell’Occidente.

BookCity Milano 2023. Sogni elettrici. Il sogno tra media, arte e virtualità

Ore 14.30, biblioteca di Filosofia, Cortile Ghiacciaia, via Festa del Perdono 7

Cosa avviene oggi con una nuova forma dell’esperienza resa possibile dalla realtà virtuale, che immerge nell’illusione di un’immagine inglobante e gli permette un’interazione articolata con i soggetti e oggetti che la popolano? In che modo l’illusione del sogno ci permette di leggere quella presente oggi negli ambienti virtuali? Per rispondere a questi quesiti, verrà proposto un dibattito a metà strada tra estetica, cinema e arte contemporanea.

BookCity Milano 2023. Il sogno di Agamennone. Democrazia, libertà di informazione e sicurezza nel mondo digitale

Ore 14.30, Sala Lauree di Scienze Politiche, via Conservatorio 7

Il “fil-rouge” dell’incontro è dato dal “disordine informativo” (dis-informazione, mal-informazione, mis-informazione), soprattutto (ma non solo) nello spazio digitale contemporaneo, quale fenomeno che in un sistema di relazioni internazionali in profonda trasformazione (in particolare, dopo il tramonto del “sogno utopico” di un ordine globalizzato, libero e sicuro, fondato su valori condivisi di democrazia e di mercato) può arrivare a mettere sotto “scacco” il regolare funzionamento dei sistemi liberal-democratici occidentali e la loro sicurezza interna ed esterna inquinando, come in una sorta di “sogno ingannatore” (quale fu quello di Agamennone narrato nell’Iliade), il processo di formazione della pubblica opinione e delle decisioni politiche.

BookCity Milano 2023. Humoursex, sognando la rivincita delle donne

Ore 16.30, Sala Lauree Studi Umanistici, via Festa del Perdono 7

Presentazione del volume Humoursex, una raccolta di racconti di autrici della seconda metà dell’Ottocento impegnate nel giornalismo mondano o di denuncia sociale, in rivendicazioni emancipazioniste e nel movimento femminista. Una carrellata di scrittrici riunite dalla sensibilità irriverente della curatrice Maria Vittoria Vittori, che con questo libro riesce a cancellare quasi due secoli di sospiri, crinoline e sguardi languidi. Seppellendoli con una risata.

I giovedì in Ca’ Granda. Percorso di visita alle opere di arte moderna e contemporanea

Ore 17, Ca’ Granda via Festa del Perdono 7

In questo percorso guidato si avrà la possibilità di conoscere l’iconica Minerva di Lucio Fontana, l’opera Senza titolo, 2005 di Jannis Kounellis e l’imponente Sant’Ambrogio in gesso di Adolfo Wildt. Il raduno è previsto un quarto d’ora prima dell’inizio del tour.


Venerdì 17 novembre

Kiki sulla solidarietà con la comunità intersessuale con QueerStatale Milano

Ore 16.30, via Festa del Perdono 7, aula in via di definizione


Martedì 21 novembre

Dieci per 100. #3, Dracma di Cesarea

Ore 18.30, Auditorium Stefano Cerri, via Valvassori Peroni 21

La dracma di Cesarea, terzo oggetto di narrazione del Centenario UniMi, raffigura Geta, il fratello assassinato dall’imperatore Caracalla e condannato alla “damnatio memoriae”, e una montagna della Cappadocia, fonte di metalli preziosi e simbolo del potere legato alla disponibilità delle risorse materiali e del lavoro umano. Cosa ci sarebbe oggi su quella moneta?


Giovedì 23 novembre

Tips and tricks per job hunting e application di successo

Ore 14.30, G11, via Golgi 19

Tutte le cose da sapere prima di iniziare a cercare lavoro: l’importanza di un CV efficace, consigli pratici su come costruire il tuo profilo Linkedin, come individuare le aziende con job position aperte. Tutte le cose da sapere quando cerchi lavoro e invii la tua candidatura: nuovi trend del Digital Recruiting, l’importanza del personal branding, cosa cercano i recruiter nel 2023. Laboratorio pratico di gruppo: il personal branding nella strategia di ricerca lavoro


Martedì 28 novembre

Omogenitorialità sotto assedio. L’Italia e i modelli di genitorialità alternativi

Ore 16.30, via Festa del Perdono 7, aula in definizione

Conferenza sull’omogenitorialità organizzata da QueerStatale Milano con Margherita Fiengo Pardi.

Redazione on FacebookRedazione on InstagramRedazione on TwitterRedazione on Youtube

Commenta