Lotto marzo: intervista a Giulia Pacilli -Vulcano Statale

Lotto marzo: intervista a Giulia Pacilli

Lo sciopero generale globale l’8 marzo 2019 ha portato 15 mila persone a scendere in piazza a Milano per rifiutare ruoli e gerarchie di genere, per protestare contro le violenze sulle donne e le discriminazioni, ma più in generale per schierarsi contro ogni forma di violenza e molestia. Uno sciopero che ha difeso gli attacchi alla libertà di abortire, ha rifiutato il patriarcato e il razzismo, si è schierato contro il DDL Pillon, il Reddito di cittadinanza e i soprusi in campo lavorativo che le donne sono costrette a subire in maternità. Uno sciopero che grazie al movimento Non una di meno ha permesso alla giornata dell’8 marzo di tornare ad un significato che somigli più ad una protesta e meno a una festa.

Jair Bolsonaro, un “cuore di tenebra”

120 anni fa veniva pubblicato uno dei più grandi capolavori della letteratura mondiale, Heart of Darkness di Joseph Conrad. Quest’opera, nonostante nel tempo abbia subìto diverse accuse di razzismo e si apra a una molteplicità d’interpretazioni, aveva come obiettivo la critica nei confronti di ogni spietata forma di colonizzazione e di prevaricazione da parte dei conquistatori sulle terre inesplorate, e in particolare sulle loro popolazioni native.

Perimetro: nuovi sguardi su Milano

Raccontare la città per darle un’identità, una zona alla volta, un viso alla volta, attraverso sguardi sempre nuovi: questo è Perimetro. Il progetto si pone l’obbiettivo di scattare delle istantanee che restino e che diventino parte di un progetto unitario, in una città come Milano, la città del consumo, in cui le settimane a tema (design, fashion) corrono così veloci da non riuscire, una volta concluse, a lasciare una traccia concreta.