In Statale il primo Museo della Filosofia al mondo: la presentazione

Martedì 5 Novembre 2019 ha aperto, in Statale, il primo Museo della Filosofia al mondo. Il progetto ha lo scopo di offrire, a esperti del settore e non, la possibilità di confrontarsi in modo ludico e interattivo con i principali strumenti e contenuti della filosofia, per apprezzarla in un modo che vada al di là delle sue forme classiche e per accendere il desiderio di conoscere, leggere, approfondire, studiare e pensare.

Festival della Filosofia in Magna Grecia

Il Festival della Filosofia in Magna Grecia (FFMG) è un evento formativo e culturale dedicato in particolare agli studenti liceali di tutta Italia. Il Festival vuole avvicinare la pratica filosofica al quotidiano, renderla interessante ed attuale e fungere da sostegno all’insegnamento scolastico tradizionale. Vuole afferrare e tradurre le parole dei libri filosofici, i concetti e i metodi della filosofia in azioni, eventi, attività condivise e, perché no, anche divertenti.

Il nostro commento senza spoiler sul nuovo film di Tarantino

Il nostro commento (senza spoiler) sul nuovo film di Tarantino

In questi giorni nelle sale viene proiettato quello che, prestando fede alle dichiarazioni del regista, dovrebbe essere il suo penultimo film: stiamo parlando ovviamente di C’era una volta a…Hollywood, uscito in Italia il 17 settembre, con un mese e mezzo di ritardo rispetto al resto del mondo. Non è solo il nome del regista ad attirare il pubblico, bensì anche la presenza di due attori ormai famosissimi a livello mondiale, cioè il nostro lontano compatriota Leonardo DiCaprio e lo statuario Brad Pitt, per la prima volta in collaborazione sul grande schermo.

L'evoluzione umana. Un appunto -Vulcano Statale

L’evoluzione umana. Un appunto

Quando si parla dell’evoluzione dell’uomo (detta ominazione o anche antropogenesi) molti di noi quasi subito visualizzano una certa immagine ormai marchiata a fondo nelle nostre coscienze: una serie di primati in fila indiana che ci mostra come si giunga attraverso vari stati intermedi di umanizzazione all’uomo moderno, l’Homo sapiens. In realtà, come sottolinea bene il noto storico israeliano Yuval Noah Harari nel suo saggio best-seller Sapiens. Da animali a dèi, la specie animale cui apparteniamo ha convissuto per molto tempo insieme ad altre ramificazioni del genere Homo.

Ti sei mai sentito ai confini della realtà?

Ti sei mai sentito “Ai confini della realtà”?

La serie tv “Ai confini della realtà” ha avuto un discreto successo nel nostro Paese. Ha il merito di scavare a fondo nelle paure e nella psicologia dell’essere umano, ma non ottiene il suo effetto straniante tramite l’uso massiccio dell’elemento sovrannaturale, bensì costruendo ogni episodio a partire da situazioni quotidiane, in cui tutti noi possiamo rispecchiarci.

Monkey Punch, il creatore di Lupin III -Vulcano Statale

Monkey Punch, il creatore di Lupin III

“Lupin, Lupin! L’incorreggibile! Lupin, Lupin! L’inafferrabile! Lupin, Lupin! Ineguagliabile sei!”.
Forse molti riconosceranno questo ritornello: fa parte della sigla italiana di apertura delle tre serie TV dedicate al famoso personaggio di Lupin III. Purtroppo il ladro gentiluomo nella giornata dell’11 aprile è rimasto orfano del proprio creatore, Monkey Punch, pseudonimo di Kazuhiko Katō, mangaka e regista giapponese. Quasi ottantaduenne, Monkey Punch è morto a Sakura, vicino Tokyo, a causa di una polmonite e la notizia è stata resa nota quasi una settimana dopo.

Dark Souls. Una metafora della vita -Vulcano Statale

Dark Souls. Una metafora della vita

Il videogioco Dark Souls, primo capitolo di una trilogia, è stato pubblicato nel 2011 dall’azienda giapponese FromSoftware, oggi una delle case di produzione video-ludiche più importanti. Questo titolo di ormai otto anni fa ha conquistato meritevolmente un posto nell’olimpo della storia dei videogiochi. Tutto è miseria, desolazione, edifici diroccati, senso di vuoto, pochi individui hanno conservato il senno: il mondo si è ridotto a una bestialità primitiva, fatta di soldati non-morti che pattugliano luoghi in rovina senza ricordarne più il perché. Non a caso Dark Souls è stato spesso analizzato come una metafora della vita e dell’esistenza umana