Libri per fiorire: intervista ai fondatori di Tlön

L’altro ieri sera, mercoledì 15 maggio, la libreria di via laghetto Colibrì Milano ha ospitato Andrea Colamedici e Maura Gancitano, ideatori e fondatori della casa editrice, scuola di filosofia e scuola di teatro Tlön. I due filosofi hanno presentato il loro ultimo lavoro: Liberati della brava bambina, un saggio narrativo che illustra, attraverso gli esempi di otto figure femminili tratte dal mito antico e dalla narrativa contemporanea, perché e in quali modalità l’esperienza delle donne sia spesso frenata da muri “senza nome”, che impediscono la realizzazione di una personalità autentica. Al termine della presentazione i due filosofi ci hanno gentilmente concesso la preziosa occasione di fare due chiacchiere con noi.

Che si fotta il femminismo

Si possono dire moltissime cose, sempre, e provare a dialogare. Però a volte il maschilismo imperante e ostinato rischia di far disamorare della causa, rischia di mettere a tacere ogni bella occasione di confronto o anche di scontro acceso. Rischia di far pensare: «che si fotta il femminismo insieme a tutti questi fiumi di parole, mi sono stancata di prendere a testate un muro».