8 consigli pratici per salvare il nostro pianeta

La battaglia dei giovani di tutto il mondo per far valere il proprio diritto a un futuro migliore è appena iniziata e non si può fare a meno di notare come la giovane ambientalista e il suo famoso cartello “𝒔𝒌𝒐𝒍𝒔𝒕𝒓𝒆𝒋𝒈 𝒇𝒐𝒓 𝒌𝒍𝒊𝒎𝒂𝒕𝒆𝒕”” (sciopero per il clima) abbiano risvegliato le coscienze di molti. Eppure cosa si può fare nel concreto oltre a protestare? Abbiamo raccolto qui di seguito una serie di soluzioni alternative e consigli pratici per aiutare il nostro pianeta.

Luca Mercalli: l’ambientalismo non si fa solo in piazza -Vulcano Statale

Luca Mercalli: l’ambientalismo non si fa solo in piazza

“Non c’è più tempo” è il titolo della raccolta di articoli – edita da Einaudi – di Luca Mercalli, climatologo e storico divulgatore scientifico in materia di cambiamenti climatici. Dagli inizi degli anni novanta si occupa di fare chiarezza su che cosa sta accadendo al nostro pianeta e su ciò che bisogna fare per evitare che accada, scontrandosi spesso con il negazionismo e con l’etichetta di “catastrofista”.

Broken Nature: il manifesto del restorative design

Broken Nature: il manifesto del restorative design

In un periodo in cui il problema del cambiamento climatico e della salvaguardia del pianeta è all’ordine del giorno, la Triennale presenta la mostra “Broken nature: design takes on human survival”, visitabile fino all’1 settembre. Si tratta di un’immersione nell’universo di legami fra uomini e ambiente, un chiarimento sull’importanza del ruolo che l’ecosistema ricopre, e una proposta di soluzione al degrado che sta subendo a causa nostra. 

Severn Cullis-Suzuki, la bambina che zittì il mondo per sei minuti -Vulcano Statale

Severn Cullis-Suzuki, la bambina che zittì il mondo per sei minuti

Di fronte al clamore suscitato dalla figura della giovane Greta Thunberg, non si può fare a meno di guardare al passato e rendersi conto di trovarsi ad ammirare una sorta di déjà-vu. Quasi trent’anni fa, infatti, in occasione del Summit della Terra tenutosi a Rio de Janeiro nel 1992, già un’altra ragazza aveva catalizzato l’attenzione di politici e media. Il suo nome era Severn Cullis-Suzuki, ma i più la ricordano come “la bambina che zittì il mondo per sei minuti” tenendo un incredibile discorso di fronte alle Nazioni Unite in cui reclamò, per la sua e le future generazioni, il diritto inalienabile alla vita.

I giovani e la tutela degli animali e dell’ambiente: il progetto Choose Nature -Vulcano Statale

I giovani e la tutela degli animali e dell’ambiente: il progetto Choose Nature

A poco tempo di distanza dalla manifestazione per il clima che ha conquistato le strade delle maggiori città europee, siamo tutti forse più consapevoli del fatto che l’ambiente abbia bisogno della nostra azione per essere protetto. Le associazioni che si occupano di questo tema sono molte: alcune agiscono da molto tempo, altre sono nate da poco. Un’associazione storica italiana è la LIPU, Lega Italiana Protezione Uccelli, fondata nel 1965 da Giorgio Punzo, completamente basata sul volontariato e volta all’educazione ambientale per imparare a conoscere (e quindi tutelare) la biodiversità del nostro paese.

La terra è in fiamme

La nostra casa è in fiamme

Greta Thunberg, 16 anni. Una ragazza svedese come tante altre. Eppure ora le sue treccine ed il suo cappellino sono diventati il simbolo per l’intero pianeta che spera in un mondo migliore, più verde e più pulito. Un mondo che possa finalmente tornare a respirare non più soltanto attraverso fabbriche e denso fumo nero.

È attiva l’Area B a Milano: è nata ieri la più grande Ztl d’Italia, tra proteste e benefici

La più estesa Ztl d’Italia (Zona traffico limitato) che copre circa il 72 % dell’intero territorio comunale non poteva che accendersi nella metropoli milanese a più alta temperatura europea.
Attivata ufficialmente il 25 febbraio 2019, l’Area B vieta l’ingresso ai veicoli benzina euro 0, diesel Euro 0, 1, 2, 3 e alle moto a due tempi Euro 0, 1 dal lunedì al venerdì, dalle ore 7.30 alle ore 19.30, esclusi i festivi.