Magma 214: maledette navi pirata

In questa puntata di Magma parliamo dell’imbarcazione Lifeline, definita “pirata”, che ha trascorso sei giorni nel Mediterraneo senza sapere dove poter attraccare.

Magma 213: il censimento dei rom

La proposta di Salvini dovrebbe suscitare riflessioni profonde su quanto l’antiziganismo sia radicato nel nostro paese e su come, nella storia, il popolo romanì sia stato furbamente additato come la quintessenza della criminalità, per giustificare nei fatti l’attuazione di politiche segregazioniste, securitarie e repressive.

Radio Italia Live: il Concerto 2018

Ieri sera si è tenuta in Piazza Duomo, come da tradizione ormai, la sesta edizione di Radio Italia Live Il Concerto, e i più importanti artisti italiani del momento si sono riuniti per l’occasione dando vita ad un evento ben riuscito, regalando un grande (e gratuito) spettacolo.

Spaccatura Europa

La questione migranti sta ricadendo su tutta l’Unione Europea e il fenomeno dell’immigrazione spaccherà l’Unione dividendola in due parti: chi continuerà ad accogliere migranti e chi alzerà le barriere. L’Unione Europea, oggi più che mai, dovrebbe fare fronte comune per gestire il problema, anche per contrastare le ondate di populismo che stanno prendendo piede in Occidente.

Foto di Kevin McElvaney

Intervista a Dudu. Il viaggio di un migrante

Sono sdraiato sulla sabbia a prendere il sole. Ad un tratto mi sento camminare e poi fermarsi affianco a me uno di quei ragazzoni che vendono braccialetti. “Ciao bello” mi dice. In poche ore mi sarà già capitato almeno venti volte di dire: “Grazie, scusa ma non mi interessa”. Questo ragazzo però insiste. È cordiale e simpatico, ci sa fare; potrebbe diventare un ottimo venditore. Si chiama Dudu e viene dal Senegal. Gli chiedo di raccontarmi la sua storia.

In Cina nasce la corsia riservata ai dipendenti da smartphone

Per ovviare al problema degli “smombie”, coloro che si aggirano per le strade con gli occhi fissi sullo schermo dello smartphone, la città cinese di Xian, ha realizzato una corsia appositamente studiata per chi vuole controllare in santa pace il suo smartphone. La strada, che parte appena fuori da un centro commerciale, è lunga parecchie centinaia di metri e larga appena un metro e, per essere distinguibile dalle altre comuni vie, sono presenti delle riproduzioni degli apparecchi telefonici e una scritta esplicativa.