La terra è in fiamme

La nostra casa è in fiamme

Greta Thunberg, 16 anni. Una ragazza svedese come tante altre. Eppure ora le sue treccine ed il suo cappellino sono diventati il simbolo per l’intero pianeta che spera in un mondo migliore, più verde e più pulito. Un mondo che possa finalmente tornare a respirare non più soltanto attraverso fabbriche e denso fumo nero.

Stalattiti. L’invenzione della Terra

Nel piccolo volume, L’Invenzione della Terra, uno dei più importanti Geografi italiani, Franco Farinelli si pone una domanda: chi ha pensato, per primo, il mondo? Chi lo ha inventato? Insomma, chi si è chiesto (e come ha risposto), per la prima volta, che forma avesse il terreno su cui poggiamo i piedi, o addirittura se questa massa — rigida e consistente su cui i nostri piedi sono incollati e che si distingue solo per essere in qualche modo distante da quell’etere sfuggente che così da lontano copre la nostra testa —, di forma ne avesse almeno una.

Lotto marzo: intervista a Giulia Pacilli -Vulcano Statale

Lotto marzo: intervista a Giulia Pacilli

Lo sciopero generale globale l’8 marzo 2019 ha portato 15 mila persone a scendere in piazza a Milano per rifiutare ruoli e gerarchie di genere, per protestare contro le violenze sulle donne e le discriminazioni, ma più in generale per schierarsi contro ogni forma di violenza e molestia. Uno sciopero che ha difeso gli attacchi alla libertà di abortire, ha rifiutato il patriarcato e il razzismo, si è schierato contro il DDL Pillon, il Reddito di cittadinanza e i soprusi in campo lavorativo che le donne sono costrette a subire in maternità. Uno sciopero che grazie al movimento Non una di meno ha permesso alla giornata dell’8 marzo di tornare ad un significato che somigli più ad una protesta e meno a una festa.

Il Venezuela e il dilemma dell'appoggio: un'analisi geopolitica -Vulcano Statale

Il Venezuela e il dilemma dell’appoggio: un’analisi geopolitica.

Sarebbe inutile descrivere cosa sta succedendo in questi mesi in Venezuela, vista la valanga di notizie che arriva ogni giorno. In tutto questo marasma confuso di informazione e disinformazione, ovviamente, le persone si esprimono senza analizzare la situazione o mosse dal puro e ingenuo spirito ideologico che ricopre solo la punta dell’iceberg del gioco delle relazioni internazionali. Proviamo a sfatare diversi miti o recenti dichiarazioni riguardo la crisi economica.

Abbiamo davvero sconfitto l’antisemitismo?

La storia del popolo ebraico è costellata di momenti difficili. Già nel II secolo d.C. i Romani li costrinsero all’abbandono della Giudea, la loro terra d’origine. Iniziò così una lunga fase d’esilio e i problemi non si fecero attendere: nel medioevo le comunità ebraiche in Europa spesso furono espulse dai paesi di residenza. Proprio in questo periodo nascono stereotipi sul loro conto: uno su tutti l’accusa di essere degli usurai, come conseguenza del fatto che venne vietato loro il possesso fondiario.