Elezioni Europee: non è la vittoria dei sovranisti

Elezioni Europee: non è la vittoria dei sovranisti

Dopo una settimana da quello che è stato l’evento politicamente più importante dell’intero 2019, è giusto fare un’analisi sull’esito di queste elezioni europee. Lo sappiamo tutti e c’è poco da stupirsi: questo 26 maggio è stato il coronamento della Lega come primo partito in Italia. Ma è stata la vittoria del sovranismo pure nel resto d’Europa? L’Unione è ormai dominata da forze nazionaliste? No

Questa storia delle élite

Questa storia delle élite

Le elezioni europee misureranno la reale forza dei populisti. Sul tema “popolo contro élite”, intanto, si è sviluppato un articolato dibattito, che ha a che fare con la crisi economica, le colpe dei governanti e la supposta responsabilità di internet. Ma fino a che punto esiste questa responsabilità? Un appunto.

Stalattiti. Qualcosa di sinistra

I leader di sinistra si presentano insicuri, con poche idee e piuttosto confuse: ugualmente disperso l’elettore di sinistra non sa a chi o a cosa affidarsi, ma barcolla cercando di ritrovarsi in qualcosa di sinistra. Il filosofo Salvatore Veca propone con il suo nuovo libro “Qualcosa di sinistra” un dialogo, una riflessione, su un terreno che non solo sembra stia perdendo fertilità, ma che si stia decisamente sgretolando lentamente.

Elezioni CNSU 2019

Elezioni CNSU, tutto quello che c’è da sapere

Il 14 e 15 maggio 2019 si terranno nelle sedi universitarie di tutta Italia le elezioni del CNSU, ovvero il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, il più alto organo di rappresentanza studentesca. Il CNSU è composto da 28 membri eletti tra gli studenti iscritti ad un corso di laurea (triennale e magistrale), uno studente dei corsi di specializzazione del vecchio e nuovo ordinamento e uno studente di dottorato di ricerca del vecchio e nuovo ordinamento.

Libia: una guerra civile dal sapore internazionale -Vulcano Statale

Libia: una guerra civile dal sapore internazionale

Sono ormai diverse settimane che il generale Khalifa Aftar ha iniziato gli scontri contro il governo di accordo nazionale di Tripoli, presieduto dal premier Fayez Al Serraj, riconosciuto dall’ONU. La dura guerra di logoramento ha già causato la morte di almeno 432 persone e oltre 2.000 sono stati feriti. Ma chi è Khalifa Haftar, il cosiddetto “Uomo forte della Cirenaica”?

Aria di protesta al Salone del Libro di Torino -Vulcano Statale

Salone del Libro di Torino 2019: cosa sta succedendo

Alla vigilia dell’apertura del Salone del Libro di Torino, la Trentaduesima Edizione del festival si trova all’interno di una vera e propria bolla mediatica. La questione relativa alla presenza della casa editrice dichiaratamente Neo-fascista ha scatenato una serie di reazioni a catena da parte di alcuni organizzatori dello stesso festival, alcuni autori, giornalisti ed editori. Anche tra i lettori e abituali frequentatori della kermesse letteraria si è sollevata una questione di tipo etico e morale: quale tipo di protesta appoggiare?