87 milioni di profili Facebook manipolati: Zuckerberg e il caso “Cambridge Analytica”

Il caso denominato “Cambridge Analytica” è scoppiato nel weekend tra il 17 e il 18 marzo: Guardian e New York Times hanno dimostrato un uso scorretto di una immensa quantità di dati prelevati da Facebook da parte di una società di consulenza inglese, chiamata appunto Cambridge Analytica, che ha lo scopo di prelevare un’enorme quantità di dati dai vari social network e, tramite l’uso di algoritmi complessi, rielaborarli al fine di ottenere un preciso profilo psicologico dei vari utenti.

Magma 165: Post-verità

In questa puntata di Magma: l’Oxford Dictionary ha eletto post-truth parola dell’anno 2016 e non è un caso. L’avvento dei social…