Lotto marzo: intervista a Giulia Pacilli -Vulcano Statale

Lotto marzo: intervista a Giulia Pacilli

Lo sciopero generale globale l’8 marzo 2019 ha portato 15 mila persone a scendere in piazza a Milano per rifiutare ruoli e gerarchie di genere, per protestare contro le violenze sulle donne e le discriminazioni, ma più in generale per schierarsi contro ogni forma di violenza e molestia. Uno sciopero che ha difeso gli attacchi alla libertà di abortire, ha rifiutato il patriarcato e il razzismo, si è schierato contro il DDL Pillon, il Reddito di cittadinanza e i soprusi in campo lavorativo che le donne sono costrette a subire in maternità. Uno sciopero che grazie al movimento Non una di meno ha permesso alla giornata dell’8 marzo di tornare ad un significato che somigli più ad una protesta e meno a una festa.

John Stuart Mill e Harriet Taylor: una storia d'amore all'insegna della parità di genere -Vulcano Statale

John Stuart Mill e Harriet Taylor Mill: una storia d’amore

Le storie d’amore esistono anche nel mondo della filosofia. Una delle più note è quella tra uno dei maggiori pensatori del XIX secolo, John Stuart Mill e la prima esponente del femminismo liberale, Harriet Taylor Mill. L’interesse per la condizione femminile di Mill scaturì a partire dall’influenza che l’amante Harriet ebbe su di lui, e dall’idea che migliorare lo stile di vita delle donne avrebbe giovato l’intera società. Sebbene la parità di genere in Inghilterra venne riconosciuta solo dopo la prima guerra mondiale, l’impegno dei Mill dimostra con lucidità come già il concetto di dignità delle donne doveva essere necessariamente alla base di un sistema politico liberale e democratico, se voleva essere definito tale.

Magma 201: what are we gonna do with all this feminism?

In questa puntata di Magma parliamo di femminismo (sì, ancora), perché discuterne insieme è sempre una buona idea.

Che si fotta il femminismo

Si possono dire moltissime cose, sempre, e provare a dialogare. Però a volte il maschilismo imperante e ostinato rischia di far disamorare della causa, rischia di mettere a tacere ogni bella occasione di confronto o anche di scontro acceso. Rischia di far pensare: «che si fotta il femminismo insieme a tutti questi fiumi di parole, mi sono stancata di prendere a testate un muro».