Venezuelani a Milano, intervista a Lucila Urbina

La crisi politica che contrappone Nicolás Maduro e Juan Guaidó ha sbattuto il Venezuela sulle prime pagine dei giornali di tutto il mondo, dividendo l’opinione pubblica tra sostenitori dell’uno e dell’altro presidente. Come spesso accade, forse inevitabilmente, la narrazione dei conflitti si sofferma sui grandi protagonisti, finendo per trascurare chi più di tutti meriterebbe attenzione: le vittime.

Perché Salvini vincerà sempre -Vulcano Statale

Ecco perché Salvini vincerà sempre

Una politica emotiva, quella di Salvini. Ma proprio per questo fragile, più utile a governare i sondaggi che a guidare un Paese. Salvini non è un politico, è una narratore. Il migrante ci invade e rovina l’Italia che lavora onestamente. Non è solo un’idea, è una storia. Funziona a meraviglia: c’è un protagonista, un antagonista, un conflitto, desiderio, azione. Sono millenni che ci innamoriamo di mondi costruiti con questa creta.

Il ritorno dell'Odio Bianco

Il ritorno dell’Odio Bianco

Negli ultimi decenni nel mondo sta montando un’onda di odio sempre più alta: si pensava che la tendenza suprematista e razzista dell’Uomo Bianco si fosse estinta con la fine dello scorso secolo, ma non è così. Come scriveva Umberto Eco: “L’odio non è individualista bensì generoso, filantropico, e abbraccia in un solo afflato immense moltitudini.”

Foto di Kevin McElvaney

Intervista a Dudu. Il viaggio di un migrante

Sono sdraiato sulla sabbia a prendere il sole. Ad un tratto mi sento camminare e poi fermarsi affianco a me uno di quei ragazzoni che vendono braccialetti. “Ciao bello” mi dice. In poche ore mi sarà già capitato almeno venti volte di dire: “Grazie, scusa ma non mi interessa”. Questo ragazzo però insiste. È cordiale e simpatico, ci sa fare; potrebbe diventare un ottimo venditore. Si chiama Dudu e viene dal Senegal. Gli chiedo di raccontarmi la sua storia.