Questa storia delle élite

Questa storia delle élite

Le elezioni europee misureranno la reale forza dei populisti. Sul tema “popolo contro élite”, intanto, si è sviluppato un articolato dibattito, che ha a che fare con la crisi economica, le colpe dei governanti e la supposta responsabilità di internet. Ma fino a che punto esiste questa responsabilità? Un appunto.

La nostra malattia democratica

“E’ meglio la peggiore delle democrazie della migliore di tutte le dittature” affermava Pertini. Ma se la democrazia fosse corrosa dal suo interno, e non da minacce terze?
L’essenza di una democrazia liberale prevede che le funzioni dello Stato siano affidate a chi ottiene più consensi: ma spesso non si tratta degli stessi che saprebbero condurre meglio un governo, e fare il bene degli elettori, bensì di coloro che sanno ipnotizzare le menti e procacciarsi i voti a suon di promesse altisonanti.

Salvini pigliatutto

Il fatto politico nuovo, piaccia o no, è l’ascesa di Matteo Salvini. Il leader leghista si muove, con allucinante destrezza, nel vuoto politico dell’Italia del 2018; un’Italia senza idee e senza speranze, segnata da odi e da rancori profondissimi.