Foto di Kevin McElvaney

Intervista a Dudu. Il viaggio di un migrante

Sono sdraiato sulla sabbia a prendere il sole. Ad un tratto mi sento camminare e poi fermarsi affianco a me uno di quei ragazzoni che vendono braccialetti. “Ciao bello” mi dice. In poche ore mi sarà già capitato almeno venti volte di dire: “Grazie, scusa ma non mi interessa”. Questo ragazzo però insiste. È cordiale e simpatico, ci sa fare; potrebbe diventare un ottimo venditore. Si chiama Dudu e viene dal Senegal. Gli chiedo di raccontarmi la sua storia.