Alabama: l’aborto è un crimine

Alabama: l’aborto è un crimine

16 maggio 2019: il governatore dell’Alabama Key Ivey twitta: “Ho firmato. La legge afferma con forza l’idea che ogni vita è preziosa ed è un regalo di Dio”. La legge che ha firmato è l’Alabama Human Life Protection Act, sentenza approvata in Senato grazie al voto di 25 uomini repubblicani rispetto a soli 6 contrari, che rende l’aborto illegale in ogni stato della gravidanza, senza eccezioni in caso di stupro o incesto, prevedendo inoltre fino a 99 anni di pena per un medico che ne effettui uno. Unica circostanza concessa: il serio rischio di sopravvivenza per la madre. Sembrerebbe l’inizio di un romanzo distopico ambientato in un universo misogino, ma è la realtà in uno degli stati federali d’America.