Del: 27 Aprile 2022 Di: Laura Cecchetto Commenti: 1
Salone Internazionale del libro, Torino 2022

Nato a Torino nel 1988, il Salone Internazionale del Libro (SalTo) è la più grande manifestazione italiana dedicata all’editoria, alla lettura e alla cultura. Si svolge ogni anno nella seconda metà di maggio presso i padiglioni del Lingotto Fiere (TO), in uno spazio espositivo che attualmente supera i 110.000 metri quadrati tra interni ed esterni, e si rivolge tanto ai professionisti del libro quanto ad un nutrito pubblico di più o meno giovani lettori, offrendo spazi espositivi sia ai grandi editori che alle medie e piccole case editrici.

Per cinque giorni, il SalTo propone un calendario denso di eventi organizzati attorno ad un tema portante.

Convegni, spettacoli, presentazioni, novità librarie, attività didattiche e premiazioni, con l’intento di avvicinare il più possibile lettori e libri, non solo all’interno dei padiglioni, ma anche alla città di Torino, coinvolgendo autori, editori, librai, bibliotecari, docenti e studenti, tutti lettori. Il 2022 ospita la XXXIV edizione del Salone dal 19 al 23 maggio, il cui tema è Cuori selvaggi, un fil rouge che collegherà tutti gli eventi, gli spettacoli, le letture, i concerti.

In questi tempi inquieti, in cui si mescolano turbolenze e speranze, il Salone del Libro invita la sua comunità di lettori a correre selvaggiamente verso un orizzonte fatto di sentieri ancora non battuti e di sconfinata libertà. Quest’anno verrà inaugurata la Casa della Pace, luogo di dialogo, incontro e informazione su progetti di solidarietà attiva principalmente nel contesto ucraino per raccogliere esperienze e condividere storie. Un’altra novità è il Bosco degli Scrittori, oasi verde di 200 metri quadrati con oltre 1000 alberi per immergersi nella natura, dove si svolgeranno eventi per promuovere e creare consapevolezza sulla cultura dell’ambiente e della sostenibilità attraverso libri e letteratura. La regione ospite di quest’edizione è il Friuli-Venezia Giulia, che ha fatto della sua pozione geografica un ponte verso l’Europa dell’Est, unendo culture diverse in un crogiolo letterario.

Numerosissimi sono gli autori coinvolti, italiani e stranieri.

Segnaliamo Dacia Maraini, autrice di Caro Pier Paolo (Neri Pozza) che dedicherà un omaggio a Pasolini e che terrà una conferenza su Elsa Morante a novant’anni dalla sua nascita. A Giovanni Falcone vengono dedicati due incontri e un panel moderato da Helena Janeczek. Verrà celebrato Enzo Sellerio, editore e fondatore dell’omonima casa editrice, a dieci anni dalla sua scomparsa. Tra i tanti, parteciperanno Amitav Ghosh su temi dell’ambiente e della sostenibilità; Joël Dicker con Il caso Alaska Sanders (La Nave di Teseo), Tatar Ben Jelloun con Il miele e l’amarezza (La Nave di Teseo), Annie Ernaux e i finalisti del Premio Strega Europeo. Assolutamente da non perdere sono il SalTo nuovi editori e l’area self-publishing, con le novità editoriali delle piccole medie case editrici, l’area sport e l’area fumetti per i lettori più giovani, la Libreria internazionale, con una selezione di titoli stranieri.

Gli eventi sono tantissimi e per tutti i gusti: per non perderne nessuno, vi rimandiamo al sito ufficiale del SalTo e alla pagina Instagram @salonelibro.

Laura Cecchetto
Scopro il mondo e me stessa con il naso dentro a un libro, rifletto su ciò che mi circonda e prendo appunti. Narro ciò che leggo, e di conseguenza ciò che provo, per relazionarmi con ciò che mi sta attorno, possibilmente con una tazza di tè sulla scrivania.

Commenta